Tullio Serafin, il custode del bel canto

Edizioni Armelin Musica Padova
ISBN 978-88-95738-78-9

Tre nuovi appuntamenti per ricordare Tullio Serafin attraverso il libro di Nicla Sguotti

Cena con l’autrice a Villa Momi’s nella serata di martedì 21 aprile, mercoledì 22 conferenza di Nicla Sguotti al Circolo della Lirica di Padova e venerdì 24 un evento a Verona per ricordare il grande maestro.

Sono tre gli eventi che questa settimana saranno dedicati al ricordo di Tullio Serafin, direttore d’orchestra nato a Rottanova di Cavarzere, protagonista della pubblicazione di Nicla Sguotti, musicologa e conterranea del celebre maestro, che gli ha dedicato un progetto editoriale particolarmente apprezzato dal pubblico e dalla critica specializzata. Nella serata di martedì 21 aprile, l’autrice sarà a Villa Momi’s (Cavarzere) per un momento conviviale dedicato al grande direttore e al suo connubio artistico con Maria Callas.

Tullio Serafin, il custode del bel canto

Edizioni Armelin Musica Padova (2014)
ISBN 978-88-95738-78-9

Una primavera intensa di appuntamenti per Tullio Serafin, il custode del bel canto

Domenica 12 aprile l’autrice, Nicla Sguotti, è a Parma per presentare il libro sul grande direttore d’orchestra cavarzerano.

Quella appena iniziata sarà una primavera intensa di appuntamenti per tutti i cultori della grande musica lirica e dei suoi più nobili interpreti, con i quali Tullio Serafin si trovò a collaborare nel corso della sua lunga e prestigiosa carriera. Grazie al libro Tullio Serafin, il custode del bel canto, scritto dalla giornalista e musicologa Nicla Sguotti ed edito da Armelin Musica – Padova, sono sempre più numerose le occasioni in cui l’arte del celebre direttore torna a vivere. Fin dall’uscita del libro, nel luglio scorso, Nicla Sguotti è stata in più occasioni chiamata a parlare di Serafin e dei tratti distintivi delle sue straordinarie capacità di direttore e conoscitore di voci.

Tullio Serafin, il custode del bel canto

Tullio Serafin, il custode del bel canto ad aprile nella prestigiosa cornice di Palazzo Zacco Armeni

Il Circolo della Lirica di Padova organizza un Ciclo di conferenze per gli appassionati di Opera lirica, ma anche per chi vuole conoscere meglio o avvicinarsi a questa straordinaria forma d’Arte, dal titolo Conoscere l’Opera lirica, con proiezioni di filmati d’opera. Il primo appuntamento è fissato per mercoledì 11 marzo: alle ore 16.30 il musicologo e giornalista ferrarese Athos Tromboni parlerà de Il soprano verdiano e mercoledì 18 marzo, alla stessa ora, illustrerà l’evoluzione de Il tenore verdiano. Il relatore, con proiezioni e l’ascolto delle più belle voci del panorama lirico internazionale, presente e passato, ci porterà a scoprire l’evoluzione del canto verdiano che assume diversi caratteri, mano a mano che dalle opere della giovinezza si passa a quelle del periodo di mezzo e poi a quelle della maturità.

Tullio Serafin, il custode del bel canto

È molta l’attenzione che la critica e i lettori stanno riservano a Tullio Serafin, il custode del bel canto, libro che ripercorre la vita e la carriera del grande direttore d’orchestra di Rottanova, scritto da Nicla Sguotti ed edito da Armelin Musica di Padova. Dopo il successo della presentazione a Cavarzere nella serata del 18 ottobre, in un teatro gremito, è molto fitto il calendario degli appuntamenti ai quali, già nei mesi scorsi, l’autrice è stata invitata per parlare della sua opera su Tullio Serafin, appuntamenti che prendono il via da Cavarzere nel corso di questa settimana. Nella mattinata di mercoledì 29 ottobre Nicla Sguotti parteciperà all’iniziativa “Libriamoci. Giornate di lettura”, promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Tullio Serafin, il custode del bel canto

Una serata davvero memorabile sotto tutti gli aspetti quella del 18 ottobre al Teatro Tullio Serafin di Cavarzere. In un teatro gremito all’inverosimile, il pubblico attento e partecipe ha riservato un’accoglienza più che calorosa al libro Tullio Serafin, il custode del bel canto di Nicla Sguotti, edito da Armelin Musica di Padova. La presentazione era inserita nella edizione numero trentasei del concerto “Omaggio a Tullio Serafin”, promossa dal Circolo “Amici del maestro T. Serafin” di Rottanova in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura di Cavarzere e l’Associazione Culturale Concetto Armonico. Un evento che ha idealmente riunito nel teatro che porta il suo nome, e che lo vide esibirsi nel suo primo concerto giovanile, le varie realtà che promuovono la figura di Tullio Serafin e la sua Arte.

Tullio Serafin, il custode del bel canto

Sarà sabato 18 ottobre alle 21, presso il Teatro Tullio Serafin, la serata di presentazione del libro Tullio Serafin, il custode del bel canto di Nicla Sguotti, edito da Armelin Musica di Padova. Un evento che concentrerà idealmente nel teatro che porta il suo nome, e che lo vide esibirsi nel suo primo concerto giovanile, le varie realtà che promuovono la figura di Tullio Serafin e la sua Arte. A rendere possibile la serata di presentazione, nel corso della quale non mancherà la grande musica, è stata la significativa sinergia creatasi tra l’Assessorato alla Cultura di Cavarzere, il Circolo “Amici del maestro T. Serafin”, l’Associazione Culturale Concetto Armonico, l’Orchestra e Coro “T. Serafin”, che hanno unito le forze per rendere omaggio all’illustre direttore e al lavoro di ricerca di Nicla Sguotti, molto apprezzato dai lettori e anche dalla critica specializzata.

Tullio Serafin, il custode del bel canto

La voce di Tullio Serafin tra la sua gente, a Rottanova, un momento suggestivo quello dedicato al grande direttore d’orchestra nell’ambito del Ferragosto rottanovano. Nella serata del 15 agosto, il presidente del Comitato cittadino, Graziano Garbin, ha invitato Nicla Sguotti ad essere presente per parlare del suo libro Tullio Serafin, il custode del bel canto, edito da Armelin musica e arrivato in libreria in questi giorni. L’autrice ha così brevemente illustrato i contenuti della sua opera al numeroso pubblico, il quale ha seguito con attenzione lo spazio dedicato al celebre direttore. Emozionante per tutti il momento in cui, grazie a una registrazione del 1960, la voce di Serafin ha “raccontato” i sacrifici dei primissimi anni di studio, quando partendo da Rottanova si recava ad Adria per studiare violino.

Tullio Serafin, il custode del bel canto

In attesa della presentazione, in autunno, al Teatro Tullio Serafin, il libro Tullio Serafin, il custode del bel canto di Nicla Sguotti è ospite stasera a Rottanova. L’iniziativa, nel paese natale di Serafin, è promossa dal Comitato cittadino nell’ambito del Ferragosto rottanovano e vuole essere un momento dedicato al grande maestro, che sempre portò nel cuore la sua Rottanova. Tullio Serafin, il custode del bel canto ripercorre la carriera del maestro, ricostruendo la cronologia completa delle direzioni e soffermandosi su scritti inediti, per la maggior parte lettere di musicisti che gli scrivono per accordarsi sull’esecuzione di nuove opere o chiedono l’inserimento di propri lavori nei cartelloni dei teatri in cui egli dirige.

Tullio Serafin, il custode del bel canto

1. I CONTENUTI DEL LIBRO
Il lavoro si propone di dare indicazioni precise sulla carriera del grande direttore d’orchestra Tullio Serafin, il quale è a tutt’oggi considerato uno dei più grandi maestri concertatori per quanto riguarda il panorama operistico internazionale. La ricerca ha preso il via dal carteggio, venti autografi e quattro copie, contenuto nel fondo, donato dalla nipote del maestro, Donatella Sabetta, a Luciano Guzzon, ex presidente del Circolo “Amici del M° Tullio Serafin”, che ha sede nel paese natale di Serafin, Rottanova di Cavarzere (Venezia). Si tratta per la maggior parte di lettere di musicisti che scrivono a Serafin per accordarsi sull’esecuzione di nuove opere o che chiedono l’inserimento di propri lavori nei cartelloni dei teatri in cui egli dirige. Tra queste, quattro di Gian Francesco Malipiero(1) inerenti la prima esecuzione assoluta dei Capricci di Callot(2), avvenuta a Roma nel ’42 negli anni in cui Serafin era direttore presso il Teatro Reale dell’Opera.

Tullio Serafin, il custode del bel canto

Viene presentato in anteprima stasera, nel Chiostro del Tempio di San Lorenzo a Vicenza, il libro Tullio Serafin, il custode del bel canto di Nicla Sguotti, edito da Armelin Musica – Padova. L’iniziativa rientra tra gli eventi promossi nell’ambito del Festival “Vicenza in lirica” organizzato dall’Associazione culturale internazionale “Concetto Armonico” e dal Comune di Vicenza.
La pubblicazione ripercorre la carriera di Tullio Serafin, considerato uno dei più grandi maestri concertatori del repertorio operistico italiano. La sua biografia artistica, qui ricostruita con la cronologia completa delle direzioni, appare ancor più straordinaria se analizzata alla luce degli scritti inediti contenuti in questo saggio. Si tratta per la maggior parte di lettere di musicisti che scrivono a Serafin per accordarsi sull’esecuzione di nuove opere o chiedono l’inserimento di propri lavori nei cartelloni dei teatri in cui egli dirige.