Il Faro della Speranza

Il Comitato Cittadino di Rottanova, del quale sono presidente, ha deciso di pubblicare un libro riguardante la storia del campanile della nostra frazione, nell’anno del centenario della ricostruzione. Impegno principale del Comitato è l’organizzazione e realizzazione di attività ludico/ricreative – come il Ferragosto, la gara interprovinciale di M.T.B., la Brusavecia – per dar vita alla nostra frazione, non tralasciando comunque iniziative culturali come mostre fotografiche e di pittura.
Ogni attività è sempre rivolta sia ai più piccoli, con giochi sull’acqua, calcio e tennis, sia a un pubblico più adulto, al quale sono riservati il Palio del Campanile e serate di ballo liscio. Due principalmente sono i motivi che mi hanno spinto a proporre la realizzazione di questo libro.
Primo (più importante): portare a conoscenza della nostra comunità ma non solo, la storia del campanile di Rottanova con documenti, foto, ufficiali e aneddoti raccolti dai nostri paesani più anziani e da chi è stato in contatto con la vicenda.

Secondo (più frivolo ma vero): nello svolgere le mie attività, come presidente del Comitato Cittadino di Rottanova e come consigliere comunale, sono stato più volte tacciato dagli amici Cavarzerani di essere troppo Campanilista cioè di stravedere per la mia Frazione, (nel caso, orgoglioso di esserlo). Il lavoro è iniziato con una ricerca compiuta dalla dr.ssa Manuela Sgobbi, che grazie alle informazioni recuperate negli archivi storici parrocchiali, comunali e diocesani ha potuto iniziare la stesura dell’opera. Contemporaneamente, la dr.ssa Nicla Sguotti, si è occupata principalmente della parte storica tramandata a voce da chi è stato vicino alla vicenda. Da non tralasciare l’importante lavoro svolto da Simone Zanotto per l’impaginatura e la ricostruzione fotografica.

Un grazie, da parte mia e del Comitato Cittadino di Rottanova a tutte le persone che hanno collaborato fornendo notizie e aneddoti per la completezza del nostro lavoro.
Il Presidente